TRATTAMENTO AGLI ULTRASUONI

L’utilizzazione degli ultrasuoni in campo estetico è relativamente recente.
Analisi accurate per osservare la loro efficacia nel trattamento della cellulite sono state condotte su centinaia di soggetti.  I dati divulgati hanno confermato la capacità dell’ultrasuono di intervenire sui noduli di cellulite e le cellule adipose che vengono prima disgregate per effetto meccanico-termico e poi espulse naturalmente dall’organismo.

 

E’ opportuno descrivere innanzitutto che cos’è l’ultrasuono e come si genera.

Le vibrazioni ultrasoniche si trasmettono sotto forma di onde sonore e a differenza delle onde luminose che viaggiano anche nel vuoto, richiedono per la loro trasmissione, un mezzo elastico sia esso liquido o solido. Il suono invece viene trasmesso come una serie di onde di compressione e di espansione delle particelle del mezzo di trasmissione. Gli ultrasuoni vengono prodotti artificialmente con uno speciale apparecchio detto piezoelettrico.  Si usa quarzo che, come cristallo viene tagliato in lamine secondo assi ottici prestabiliti ed ha la proprietà di generare cariche elettriche sulla sua superficie quando lo si comprime. L’alternarsi di compressioni ed espansioni della lamina di quarzo, sottoposta ad un campo elettrico che alterna la sua polarità con una determinata frequenza, produce una serie di vibrazioni non percepibile dall’orecchio umano.

 

Gli apparecchi ad ultrasuono per uso estetico usano una frequenza di 3 Mhz. L’impiego degli ultrasuoni nel campo medico ed estetico, deriva dalla loro capacità di determinare specifici effetti biologici sui tessuti. L’interazione ultrasuono-tessuti biologici si esplica tramite complessi meccanismi di azioni classificabili, secondo le conoscenze attuali, in azioni meccaniche, termiche e fisico-chimiche.


L’insieme di tali effetti ed in particolare la produzione di calore endotessutale, manifesta una spiccata azione antalgica ed iperemizzante, che tende a favorire la circolazione e a drenare la stasi linfatica, intervenendo quindi,  proprio sui fattori responsabili del fenomeno della cellulite.


Il trattamento con ultrasuono è particolarmente indicato nei casi di cellulite compatta, poiché con la sua azione si indeboliscono le tossine coese che compongono il tessuto cellulitico. La produzione locale di calore, produce fenomeni di dissociazione molecolare che portano alla destrutturazione del nodulo.


 In medicina la terapia agli ultrasuoni è particolarmente indicata nei trattamenti a scopo antalgico ed antinfiammatorio delle affezioni acute e croniche dell’apparato locomotore (processi articolari degenerativi ed infiammatori, cicatriziali), con particolare riferimento alle affezioni derivanti dalla pratica sportiva, quali contratture, lussazioni, distorsioni ed ematomi.

 

In estetica invece gli ultrasuoni sono consigliati nei casi di :
- Adiposità localizzata
- Cellulite compatta
- Cellulite fibrosa
- Tensione muscolare


 Sconsigliati in presenza di:
- Miocardosclerosi
- Portatori de pace-maker
- TBC ossea
- Lesioni croniche del sistema nervoso centrale
- Epilessia
- Osteoporosi diffusa
- Epifisi fertili in soggetti in via di accrescimento
- Portatori di protesi metalliche (non in assoluto).

Studio Estetica Chandra

Via R. Bovio, 9-11 Bari

Tel. 080 5481107

info@esteticachandra.com

P. I. = 0 4 6 4 2 2 4 0 7 2 7